01-11-2016

NATHAN FORD, LO ‘SPECIAL ONE’ DEI GRIZZLIES

Eccellere in più di uno sport al college non è una rarità negli Stati Uniti. Lo è più, sicuramente, se mentre riscrivi diversi record della tua università da quarterback e vinci un titolo di Mvp nel baseball, riesci pure a ritagliarti una citazione in una delle serie tv più popolari d’America. La rarità, in questo caso, si chiama Nathan Ford, il nuovo Offensive Coordinator dei Grizzlies per il campionato di Prima Divisione 2017; Nathan si occuperà anche della preparazione dei QB fra cui il nuovo import, che verrà annunciato a breve, per la cui scelta Nathan ha dato il benestare definitivo.

La sua è una storia particolare. Nome da eroe dei fumetti, californiano di Palo Alto, a livello di High School fa letteralmente sfracelli mettendo insieme 6.357 yard e 72 touchdown con il liceo della sua città, numeri che lungo la strada verso il College gli valgono il titolo di Junior dell'anno nella All-Central Coast. Quando è il momento di passare in NCAA si ritrova nella posta offerte di borse di studio anche per il baseball, dove eccelle grazie ad un braccio che gli consente di giocare indifferentemente catcher o terza base. Il richiamo del football è troppo forte, così Nathan accetta l'offerta di Cornell, college dello Stato di New York significativamente piazzato fra due luoghi sacri del football (Buffalo e Syracuse, il college dove tra gli altri esplose la stella del grande Jim Brown) e la Hall of Fame del baseball. Dopo un anno di apprendistato, la seconda stagione è quella della consacrazione. Ottimi numeri e una crescita costante, frenata soltanto in parte da una autentica sfilza di infortuni. La sfortuna non gli impedisce di entrare negli almanacchi dei Cornell Big Red in diverse categorie statistiche. Poi arriva anche una improvvisa popolarità grazie ad una citazione nella fortunatissima serie 'The Office'. Ora, dal campo, Nathan si sposta sulla sideline: a lui il compito di far crescere i quarterback dei Grizzlies, che sicuramente trarranno beneficio dagli insegnamenti di un atleta che a Cornell - oltretutto in un sistema offensivo parecchio complesso - dimostrò di avere sottomano l’intero vocabolario del QB moderno: tecnicamente solido, efficace allo stesso modo dentro e fuori la tasca, temibile sul corto e sul lungo.

“Sono qui per aiutare i Grizzlies a crescere nel ranking IFL, per insegnare uno degli sport che amo di più e, perché no?, per divertirmi ancora sul campo lanciando palloni a ragazzi entusiasti di questo gioco” queste le parole di Nathan, che aggiunge: “dopo aver parlato con il presidente e gli altri coach, ed aver letto nei loro occhi la passione autentica che li muove, non ci ho pensato due volte a sposare il progetto. Ho seguito già i QB delle giovanili in qualche allenamento ed ho anche conosciuto alcuni ragazzi della prima squadra: penso di avere a disposizione del buon materiale umano su cui lavorare ed ho personalmente dato l’ok per l’ingaggio di un ottimo QB proveniente dagli USA; non vedo l’ora di iniziare … ma ormai manca pochissimo”. 

Il primo allenamento per la preparazione al Campionato IFL 2017 è, infatti, ormai alle porte: giovedì 3 novembre dalle ore 20,30 tutti in campo, i ragazzi della  prima squadra, nel nuovo Centro Sportivo Flaminio Real in Viale Tor di Quinto 57B: partirà da qui la rincorsa dei Grizzlies ai vertici del football!

A.S.D. Grizzlies Roma – Ufficio Stampa


Nathan Ford in azione con i suoi Cornell Big Red nel 2008

 ricamiepersonalizzazioni.com