02-03-2017

CAMPIONATO AL VIA: PER I GRIZZLIES, SFIDA PROIBITIVA A MILANO

Mancano poche ore all’esordio dei Grizzlies nel Campionato Nazionale di Prima Divisione che, quest’anno, si giocherà con la formula a girone unico proponendo una sfida diretta fra tutte le 11 partecipanti a differenza delle ultime due edizioni nelle quali le 12 partecipanti erano divise in 2 gironi territoriali; “una formula sicuramente più avvincente” sostiene il presidente degli orsi Cicinelli “ma anche più costosa a causa dell’aumento di chilometri; da una parte siamo felici di poterci confrontare con i team dell’ex girone nord, dall’altra preoccupati per la sostenibilità economica di un campionato che quest’anno, con il reclutamento di due giocatori provenienti direttamente dagli USA, ci aveva già costretti ad un notevole incremento rispetto agli anni precedenti. Ovviamente non ci tiriamo indietro ed affronteremo tutte le sfide con un unico obiettivo: dimostrare il nostro valore onorando il campo fino all’ultimo secondo”.

I Grizzlies si presentano al via di questo campionato con parecchie novità sia nel coaching staff che nell’organico dei giocatori: inizialmente annunciato come Offensive coordinator l’ex QB di Cornell University, Nathan Ford, a causa di nuovi incarichi ed aumentate responsabilità lavorative si è potuto occupare solo della preparazione dei QB, coadiuvato dall’ex giocatore di Indiana State (I Div)  e Mount St. Joseph (III Div), Caleb Watkins che scenderà in campo per guidare l’attacco capitolino, reparto che verrà coordinato da coach Vismara, allenatore dei RB, coadiuvato da coach Lucarini, assistente per i ricevitori, e da coach Dawson tornato in veste di tecnico nei Grizzlies, dopo l’anno da giocatore nel 2015, per occuparsi della preparazione delle linee di attacco. Il reparto difensivo, dopo la più che positiva esperienza con la rappresentativa under 19, è stato affidato a coach Simone Orsi: allenatore delle linee di difesa del Blue Team oltre a curarsi dei pari ruolo negli orsi, si occupa della preparazione dei inebackers, mentre l’altro import, Derrick Fofanah, sta portando avanti la preparazione dei defensive backs: l’ex giocatore della Southwest Baptist University (II Div) oltre ad evidenti doti da leader ha messo in mostra da subito una grande conoscenza del gioco ed una notevole capacità nel trasferire le proprie qualità tecniche ai compagni di reparto.

Come negli ultimi due anni la squadra, ormai non più “giovane”, risultata finalista in tre stagioni consecutive nel Campionato di Seconda Divisione si è trovata davanti alla decisione, da parte di giocatori di scuola Grizzlies, di appendere il casco al chiodo: dalle OL titolari Mariani, Auci e Lucci, quest’ultimo precedentemente spostato dal ruolo di TE, ai ricevitori Bertocchini e Lolli, ai difensori Lucariello (DT), Cardarelli (LB), Luzon Ona (DB) e Vidau (DB); da segnalare, inoltre, il rientro nei Gladiatori, dopo il prestito della scorsa stagione, di Alessandro Fantin (DB) e Thomas Alivernini (miglior RB italiano di I Divisione 2016), e del DL partenopeo Francesco Visone (DL). Tante defezioni, quindi, solo in parte ovviate dal rientro dei ricevitori Dula e Matthew Cunningham, quest’ultimo peraltro infortunatosi nel corso di uno degli ultimi allenamenti e probabilmente out per la prima metà del campionato, dalla promozione di alcuni under 19, fra i quali Borromeo (OL-DL), Pansini (WR), Prislei (DL-LB) e Vitale (DB), e dall’arrivo di giocatori promettenti da altre società quali Casarelli (LB) e Ziantoni (OL-DL) dalla Legio XIII, e Evalto (LB) dai Pittbulls Viterbo. “Non possiamo negare le difficoltà” afferma Cicinelli questa volta in veste di head coach “dovute alla carenza di personale, specie nelle linee, che costringeranno molti giocatori al doppio ruolo; d’altra parte la possibilità di allenarsi con giocatori americani sta elevando il livello qualitativo dei giocatori nelle skill position: è proprio dai due import e dal RB Silot Pajan che quest’anno ci aspettiamo molto; molto importante anche l’arrivo di coach Dawson che, nonostante la cronica penuria di giocatori di ruolo, sta notevolmente elevando il livello delle linee di attacco, i cui miglioramenti sono evidenti allenamento dopo allenamento”. Alla vigilia della prima di campionato è coach Lucarini a riassumere al meglio lo stato d’animo dei capitolini: “nonostante le defezioni l’entusiasmo è sempre alto, sabato affronteremo una squadra molto forte ma siamo concentrati e pronti ad affrontare la sfida; per quanto riguarda il reparto che alleno, quello dei ricevitori, abbiamo a disposizione ottimi atleti con ‘mani d’oro’ e tanta voglia di lottare su ogni palla, solo questo chiediamo ai nostri ragazzi: giocare al massimo ogni azione”.

Sabato 4 marzo saranno proprio Grizzlies e Seamen a dare ufficialmente il calcio d’inizio, alle ore 18 sul campo del Gianni Brera di Pero, al Campionato di Prima Divisione 2017; purtroppo non è prevista la trasmissione in streaming della partita, quindi invitiamo i nostri supporters a seguirci su twitter (@grizzliesroma1) e sulla pagina ufficiale di facebook (A.S.D. Grizzlies Roma AFT), oltre che su Gameday (http://www.game-day.it/).


A.S.D. Grizzlies Roma AFT - Ufficio Stampa e comunicazione